Descrizione Dalmata

Sotto questo mantello così tanto celebrato, e quel' "aria" eccezionalmente raffinata… si cela un vero autentico polivalente sportivo, capace di evolvere in molteplici campi. Agile e muscoloso, un cane dalle linee splendidamente pure, mai e poi mai rozzo né pesante o sgraziato, un esemplare profondamente attivo, capace di strabilianti prodezze in innumerevoli discipline. Dotato di una silhouette simmetrica e piacevole, una muscolatura potente, capace di andature veloci e di grande resistenza. I suoi occhi, rotondi, di media grandezza, vivi e brillanti… trasmettono l'essenza del suo carattere. Il muso è lungo e vigoroso, mai appuntito, regolare nelle forme. Le orecchie, pendenti contro la testa, di media grandezza, sono attaccate alte. Un esemplare che, dire "inconfondibile" è poco, vestito di un mantello tra i più belli… il colore bianco puro è costellato di macchie nere (o fegato) piccole, rotonde, della dimensione di una moneta, prive di sbavature e ben delineate.

Toilettatura Dalmata

E' una razza abbastanza sana e robusta, c'è ancora un problema di sordità piuttosto frequente, anche se gli allevatori si stanno impegnando per limitarlo e con il tempo di eliminarlo. Ha una vita media di circa 12-14 anni.

Dimensioni Dalmata

Maxi (26 - 44 kg)

Longevità Dalmata

Croazia. Le sue origini sono piuttosto controverse, tanto che sono più di uno i Paesi che ne reclamano la paternità. Nato, quasi certamente, come cane da caccia (notare l'aspetto tipicamente braccoide), negli anni passò dal ruolo di "cane da cocchiere" a quello di "cane da compagnia", nonostante le sue misure non proprio "da divano". La decisione della FCI nel 1994, fu quella di stabilire come Paese di provenienza la Croazia, anche se alcuni studiosi lo avrebbero voluto orientale o, soprattutto inglese. Infatti è stata la Gran Bretagna il vero primo "sponsor" del Dalmata, i primissimi esemplari furono importati agli inizi del XX secolo, e fu una razza estremamente ben allevata e selezionata, furono loro a stabilirne le linee della selezione contemporanea. Tanto che è considerata la sua patria di adozione. Il primo standard della razza è stato redatto da un inglese: Vero Shaw, nel 1882, questo standard è stato incorporato allo standard ufficiale del 1890.

Carattere Dalmata

Siamo davanti ad un cane la cui sensibilità ed intelligenza sono magistrali, socievole ed amichevole, mai timido, pauroso o aggressivo. Il suo carattere comunque, non è dei più semplici, splendido sì, ma anche piuttosto impegnativo, non è proprio un cane adatto a chiunque… va conosciuto, amato e accettato per quello che è: ed è bene sapere che si lega moltissimo al suo padrone, di cui è geloso e possessivo, e di cui adora avere sempre l'attenzione. Non è certo una razza che può fare a meno dell'uomo, anzi! Se lasciato troppo solo può diventare triste e malinconico. Ha inoltre una memoria "da elefante", abbastanza permaloso e soprattutto capace di ricordarsi di un torto subito ad anni di distanza. Dotato di un'energia decisamente prorompente, la sfogherà dove potrà… cioè, fuori casa se il padrone lo porterà a fare passeggiate e corse, dentro le mura domestiche se lo si lascerà "rinchiuso" dentro casa. E' un cane talmente intelligente che riesce anche a passare per "tonto" le volte che non ha nessuna voglia di obbedire, e talmente sensibile, orgoglioso e consapevole del suo valore, da "esigere" un vero e proprio rapporto alla pari, difficilmente acconsentirà ad essere trattato da "subalterno", vorrà essere un alleato, un amico, un compagno del proprio padrone. Nei confronti dei bambini si rivela un buon giocherellone, affettuoso e delicato, non si farà comunque trattare da peluche! Oggi il suo più largo impiego è quello di cane da compagnia, ma può essere anche un audace e coraggiosissimo guardiano di casa. Ricordiamoci sempre che necessita (fisicamente e psicologicamente) di molta attività fisica, può vivere benissimo anche in appartamento, a patto che, le lunghe passeggiate siano all'ordine del giorno, inoltre è un cane estremamente pulito, tanto da evitare le pozzanghere per strada. Compagno di vita adatto alle persone dinamiche, amanti dell'aria aperta, delle camminate, e magari delle gite in bicicletta… perché sarà curioso sapere che, del suo passato di "cane da carrozza", sono rimasti alcuni retaggi, come la gioia di seguire il suo padrone in bicicletta, e il grande amore per i cavalli. Insomma, un meraviglioso "amico-alleato", legato al padrone con tutta l'anima, forse non facilissimo da addestrare, ma ricco di innumerevoli splendide qualità… sotto il famoso abito maculato, c'è un cuore pieno di amore e un'energia meravigliosa.

Utilizzo Dalmata

Ottimo cane da compagnia e anche buon guardiano della proprietà.

Alimentazione Dalmata

Il Dalmata necessita di un'alimentazione sana e bilanciata, mai esagerare con le dosi, sono cani che mangerebbero molto più di quanto decrebbero. Il problema principale della razza è che presenta un tasso di acido urico superiore alla media, ciò lo porta spesso a soffrire di calcoli renali, per questo è di fondamentale importanza ridurre nella sua alimentazione le proteine animali e preferire le proteine nobili: evitare la carne rossa, sì alla carne bianca e al pesce.
  • Dimensioni
    Taglia Grande
  • Gruppo FCI
    Segugi e cani per pista di sangue
  • Morfologia
    Braccoide
  • Adatto per
    Compagnia
  • Altezza Maschio
    da 56 a 61 cm
  • Altezza Femmina
    da 54 a 59 cm
  • Peso Maschio
    da 27 a 32 kg
  • Peso Femmina
    da 24 a 29 kg
  • Testa
    Di lunghezza buona, con cranio piatto e piuttosto largo tra le orecchie, ben disegnato a livello delle tempie.
  • Orecchie
    Attaccate alte, di grandezza moderata, abbastanza larghe alla base, portate cadenti e ben aderenti alla testa.
  • Corpo
    Garrese ben delineato, dorso potente e diritto, rene asciutto, muscoloso e leggermente spiovente, la groppa è leggermente inclinata.
  • Coda
    Arriva fino al garretto e viene portata con una leggera curvatura ad anello, mai ad anello. E' grossa alla radice e si assottiglia verso la punta.
  • Pelo
    Corto, duro, liscio e brillante.
  • Note
    Tale è stata la notorietà del Dalmata, a seguito del famoso film "La carica dei 101" della Walt Disney, che lo ha addirittura reso "a rischio". A causa della produzione indiscriminata di cuccioli, data la smodata richiesta, non sempre i cuccioli erano forti di salute e di buon livello. Dovremo sempre rivolgersi, per l'acquisto, ad un ottimo allevamento. Queste sono le pericolose conseguenza delle "mode"… ricordiamoci sempre che un cane è un compagno di vita, e non una moda da esporre.
  • Lo sapevi che?
    Sarà curioso sapere che… mamma Dalmata dopo poco più di due mesi di "dolce attesa", darà alla luce dai 4 agli 8 cuccioli… ma tutti bianchi! Per chi non conosce questa piccola "magia", rischia di rimanere anche piuttosto deluso. Ma niente paura, sono passati circa due mesi dalla nascita, e questi piccoli, per adesso ancora più simili a topolini, acquistano piano piano forme sempre più definite, e come per magia… ecco spuntare le prime macchie nere! Finalmente il nostro cucciolino bianco è diventato a tutti gli effetti un vero Dalmata.