Descrizione Carlino

Che dire di questo grande seduttore… forse la frase "Multum in parvo" : "Molta sostanza in un piccolo volume" può rendere bene l'idea della struttura del Carlino: un vero e proprio molosso a tutti gli effetti… ma formato bonsai! Strutturalmente "speciale", robusto e compatto, quadrato e solido nelle forme, un cagnolino dotato di consistente muscolatura, dal fisico pieno e raccolto. La sua testa è larga e rotonda, non a "mela"; il muso, corto, smussato, quadrato, ha rughe larghe e profonde, chiaramente e finemente disegnate, e un tipico leggero prognatismo alla mascella inferiore. Gli occhi sono di forma golosa, decisamente grandi e sporgenti, neri e brillanti, hanno una splendida luce dolce ed allegra, e riescono a trasmettere bene tutto l'ardore di cui è dotato. Le orecchie sono piccole, morbide e lisce come il velluto, possono essere a "rosa": ripiegate all'indietro così da scoprire parte del padiglione, o a "bottone", decisamente più apprezzate e ricercate: con il lobo ripiegato in avanti a coprire l'orifizio e ben aderenti al cranio. La coda è ritorta e simpaticamente arricciata, il più stretto possibile all'anca, molto ricercato il doppio giro. Siamo davanti ad un cane esteticamente e caratterialmente inconfondibile, apprezzato ed amato da millenni per le sue infinite doti e la sua particolarità, un soggetto di grande spessore storico ed estetico.

Toilettatura Carlino

E' un cane che non necessita di alcuna toelettatura, saranno sufficienti della occasionali spazzolate, utili ad eliminare il pelo morto in eccesso, e un bagnato solo al bisogno.

Dimensioni Carlino

Mini (1 - 10 kg)

Longevità Carlino

Gran Bretagna. Il Carlino, detto anche "Pug", è una razza dalle origini antichissime, le prime notizie su di lui risalgono addirittura alla Cina di 3000 anni fa, dove lo si trovava nel ruolo di cane sacro degli imperatori. In una importante documento storico: un'antica pergamena di epoca Chian del 1750 a.C. circa, viene ritratto il nostro Carlino insieme ad uno Shitzu e ad un Pechinese (ai tempi le sue dimensioni era maggiori). Furono però gli inglesi i pionieri del suo insediamento in Europa, portandoli in Gran Bretagna al loro ritorno, successivamente all'invasione del Palazzo Imperiale di Pechino (insieme ai cani Pechinesi). Molto amato e ben selezionato in Inghilterra, in Olanda ed in Italia, la contesa paternità sarà consegnata nelle mani della Gran Bretagna. Nell'Italia dell'800 è stato a lungo tempo il compagno di dame e regnanti. Sarà curioso sapere che: il nome italiano "Carlino" deriva dal nome dell'attore Carlo Bertinazzi, detto appunto "Carlino", famoso soprattutto nel ruolo di Arlecchino, quando interpretava questa parte, indossava una maschera nera e rugosa molto simile al muso del nostro cagnolino. In Inghilterra invece è chiamato "Pug" o "Mops": che significa "musetto".Gran Bretagna. Il Carlino, detto anche "Pug", è una razza dalle origini antichissime, le prime notizie su di lui risalgono addirittura alla Cina di 3000 anni fa, dove lo si trovava nel ruolo di cane sacro degli imperatori. In una importante documento storico: un'antica pergamena di epoca Chian del 1750 a.C. circa, viene ritratto il nostro Carlino insieme ad uno Shitzu e ad un Pechinese (ai tempi le sue dimensioni era maggiori). Furono però gli inglesi i pionieri del suo insediamento in Europa, portandoli in Gran Bretagna al loro ritorno, successivamente all'invasione del Palazzo Imperiale di Pechino (insieme ai cani Pechinesi). Molto amato e ben selezionato in Inghilterra, in Olanda ed in Italia, la contesa paternità sarà consegnata nelle mani della Gran Bretagna. Nell'Italia dell'800 è stato a lungo tempo il compagno di dame e regnanti. Sarà curioso sapere che: il nome italiano "Carlino" deriva dal nome dell'attore Carlo Bertinazzi, detto appunto "Carlino", famoso soprattutto nel ruolo di Arlecchino, quando interpretava questa parte, indossava una maschera nera e rugosa molto simile al muso del nostro cagnolino. In Inghilterra invece è chiamato "Pug" o "Mops": che significa "musetto".

Carattere Carlino

Per quanto riguarda il carattere, il Carlino è un cane dotato davvero di una simpatia, possiamo dire… unica! Dolcissimo, vivace e affettuoso con chiunque, pur amando il suo padrone in maniera smodata, è sempre pronto a giocare e raccogliere coccole anche da chi non conosce. I suoi atteggiamenti, ammettiamolo… sono più "umani" che "canini", basti pensare che: adora ricevere visite, dormire con la testa sul cuscino proprio come noi, guardare la televisione, e farci ridere. Il rapporto che si viene a creare con il padrone è qualcosa di raro, il suo amore è vero e puro, e lo riesce a esprimere con lo sguardo… così pieno di adorazione e di comprensione. La sua sarà una fiducia cieca, e una fedeltà totale. Estremamente intelligente, allegro, pieno di buon umore, buono, equilibrato e incredibilmente simpatico, è un compagno ideale per i bambini (educati), con cui ama immensamente trascorrere le giornate tra giochi e coccole. E' uno dei cani da appartamento per antonomasia, e poiché necessita di una ridotta (ma adeguata) attività fisica, è particolarmente adatto alle persone anziane o sedentarie, a chi ama la casa e uscire negli orari più freschi. Dotato di grande senso dell'umorismo e di una dolcezza senza pari, farà letteralmente innamorare chiunque lo scelga come compagno di vita.

Utilizzo Carlino

Il Carlino è utilizzato fin dalle origine come un cane da casa e da compagnia.

Alimentazione Carlino

Al Carlino necessita di un'alimentazione sana e bilanciata, possiede una certa tendenza ad ingrassare che va tenuta perennemente sotto controllo. Si dovranno evitare sforzi eccessivi soprattutto fino al raggiungimento del completo sviluppo (15 - 18 mesi), e fornirgli un alimento specifico per la razza e lo stile di vita ( più è sedentario, più dovremmo utilizzare una dieta leggera). Importante è mettergli sempre a disposizione una ciotola piena di acqua fresca, soprattutto nei periodi caldi.
  • Dimensioni
    Taglia Piccola
  • Gruppo FCI
    Cani da compagnia e toy
  • Morfologia
    Molossoide
  • Adatto per
    Compagnia
  • Altezza Maschio
    nello standard non è indicata l'altezza.
  • Altezza Femmina
    nello standard non è indicata l'altezza.
  • Peso Maschio
    peso ideale da 6,3 a 8,1 kg
  • Peso Femmina
    peso ideale da 6,3 a 8,1 kg
  • Testa
    Forte, robusta, di forma rotonda, ma non a forma di mela.
  • Orecchie
    Sottili, piccole, morbile al tatto come velluto. A forma di "rosa": pendenti che si ripiegano all'indietro per scoprire il condotto esterno; a "bottone": con padiglione che ricade in avanti, con l'estremità contro il cranio.
  • Corpo
    Corto, piccolo e robusto, con la linea superiore molto diritta, ovvero né insellata né cascante. Con un petto ampio e provvisto di buon costato.
  • Coda
    Attaccata alta, forma un ricciolo il più stretto possibile sull'anca, il doppio ricciolo è molto ricercato. Mantello: a seconda della varietà: argento, albicocca, fulvo o nero.
  • Pelo
    Sottile, liscio al tatto, corto e brillante. Mai né duro né lanoso.
  • Note
    Contrariamente a quanto si pensi e alle credenze popolari, non è assolutamente un cagnolino troppo fragile e delicato, certo bisognerà fare attenzione ad alcune cose importanti come: l'alimentazione giusta, un adeguato esercizio fisico, letali "colpi di calore"… ma se tenuto con responsabilità e cresciuto in maniera corretta, ci stupirà per salute e robustezza. Importante e fondamentale sarà scegliere un cucciolo di buona genealogia, proveniente da un serio allevamento, poiché come tutti i "mini" molossoidi, se non viene effettuata un'accurata selezione, possono verificarsi problemi di salute.
  • Lo sapevi che?
    Gli imperatori dell'antica Cina, durante le udienze, tenevano il Carlino solitamente sulla spalla… un uso "curioso".